(ANSA) – ROMA, 17 AGO – Cosi’ vengono puniti i grandi evasori nel mondo: dalla gogna mediatica su Internet in Gran Bretagna alle severe condanne carcerarie della Cina, che solo nel febbraio 2011 ha abolito la pena di morte per questo reato. GRAN BRETAGNA – In un nuovo affondo contro l’ evasione fiscale il governo britannico ha pubblicato on-line una lista di 20 grandi evasori. Simile alle liste di ‘ most wanted’ dell’ Fbi, l’ elenco contiene le foto segnaletiche dei ricercati che in totale hanno frodato il fisco per oltre 700 milioni di sterline. GERMANIA – Per gli evasori e’ prevista una pena detentiva fino a cinque anni o una sanzione. Ma in casi molto gravi la pena puo’ essere fino a 10 anni. Dai 100mila euro scatta la pena detentiva, che oltre il milione di euro supera i due anni. FRANCIA – L’ evasione fiscale e’ punita sia con sanzioni amministrative che penali. Le sanzioni penali scattano in caso di ” sottrazione fraudolenta al calcolo o al versamento totale o parziale delle imposte”, e prevedono un’ ammenda fino a 37.500 euro, e la detenzione fino a 5 anni. CINA – Solo nel febbraio 2011 in Cina e’ stata abolita la pena di morte per i grandi evasori fiscali. Ora la legge prevede fino a sette anni di prigione ed una multa pari a cinque volte l’ ammontare dell’ evasione se supera del 30% del dovuto. GIAPPONE – Il terrore dei contribuenti in Giappone e’ la ‘ kensatsu’, la potente polizia tributaria dell’ Agenzia delle entrate. I controlli sono periodici e a tappeto. I primi loro alleati sono gli stessi commercialisti perche’ rischiano di perdere la licenza se responsabili di ‘ leggerezze’. I condoni non esistono: le somme evase si restituiscono in forma di multe.

USA – L’ evasione fiscale e’ un reato molto grave negli Usa. Basti pensare che il sanguinario Al Capone fini’ in galera proprio perche’ colpevole di questo crimine. Ne esistono tre fattispecie: quella piu’ grave e’ il mancato versamento volontario delle tasse e prevede sino a 5 anni di carcere e multe sino a 100mila dollari. ARGENTINA – In Argentina si puo’ finire in carcere gia’ per l’ evasione di 100 mila pesos (circa 18mila euro) in un anno, con pene dai due ai sei anni. La misura detentiva e’ prevista sempre nei casi di evasione aggravata, da un minimo di tre anni e sei mesi ad un massimo di 9 anni, per un milione di pesos (180 mila euro).

evasione fiscale

evasione fiscale

 

Comments are closed.