Milan: la speranza di Pioli

Dopo l’infortunio di Kjaer, si guarda avanti con ottimismo

Stefano Pioli ha tanti motivi per essere contento. Dopo due sconfitte consecutive in campionato, il Milan ha ripreso la marcia: ha conservato il secondo posto e si è portato a un solo punto dal Napoli, capolista. Ora ha anche 10 lunghezze di vantaggio sul quinto posto, bel tesoretto in ottica qualificazione-Champions. Ma il pensiero di tutti è sull’obbiettivo grosso.

Ibra ha aiutato la squadra, come la squadra lo ha aiutato

Zlatan è stato l’unico giocatore ad avergli mandato un messaggio, dopo il rinnovo del contratto. L’importante è continuare a lavorare bene in squadra, perché questa è una stagione che può regalare soddisfazioni, come ha affermato il tecnico rossonero. Non sa ancora dove potranno arrivare, perché gli avversari sono forti, ma il Milan di sta sera lo ha entusiasmato. Non possono fare il compitino: se tutti fanno lavoro di squadra, possono giocare con convinzione e fiducia. E per quanto riguarda la serata, afferma che è stata quasi perfetta: sono stati una squadra affamata. Non gli interessa la classifica, almeno non in questo momento. Il campionato sarà deciso molto più avanti. E per quanto riguarda Ibra? Che l’arrivo di Zlatan abbia migliorato tutto il contesto in generale è vero, ma anche lui deve ringraziare i suoi compagni. Ha dato tanto, ma anche ricevuto molto. Perché gli hanno permesso di tornare a giocare sui suoi livelli. Una squadra che l’ha aiutato, come lui ha aiutato tutti quanti.

Se ti piace lo sport e vorresti saperne di più riguardo le scommesse sportive online, 22bet è il sito che fa per te

La preoccupazione per Simon Kjaer, ma tanti giocatori su cui poter contare

Pioli spiega anche cosa è cabiato a Genova, rispetto rispetto alle precedenti partite di campionato, chiuse con delle sconfitte. Se non hanno il pallone, sostiene che cercheranno di riconquistarlo il prima possibile. Se qualcuno non corre, diventa un problema. Sta sera hanno giocato tutti con la stessa intensità: questo serve per migliorare la qualità del gioco. Poi nomina Krunic, Messias e Diaz, perché sono stati bravi a non dare punti di riferimento. E Messias? Pioli ha la fortuna di avere tutti giocatori forti, per lui tutti titolari. Il livello della squadra è altissimo, chiunque vadi in campo. Ma Messias è proprio il giocatore che si aspettava. Se giochi come ha giocato lui nel Crotone, lo puoi fare anche nel Milan. Pioli lo ha sempre sostenuto, già dall’inzio. Quando la società ha proposto una rosa di nomi, credevano tutti che avesse le giuste qualità per giocare con loro. Anche se pensa possa crescere ancora, oggi ha fatto due gol di qualità importanti, quello di testa, non di certo il più semplice. Dato che gli impegni sono tanti e ravvicinati, è importante avere giocatori così. E intanto preoccupano le condizioni di Kjaer, ritirato per infortunio:il tecnico afferma che spera non sia niente di grave, si tratta di una distorsione al ginocchio da valutare. Simon è un giocatore importantissimo per loro. Per la prossima partita con la Salernitana, troveranno una soluzione. Si conta sul recupero di Romagnoli e Kalulu che può fare il centrale.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *