Tron ha deciso di porre dei limiti ad alcune delle dApp di gambling in Giappone.

Tron (TRX) è una delle maggiori piattaforme su cui è possibile sviluppare app. La TRON Foundation è la fondazione che sta dietro al progetto di Tron. Per fare maggiore chiarezza su alcuni punti che riguardano le dApp di gambling Tron ha deciso di pubblicare una piccola guida.

Si tratta di una piattaforma molto veloce per quanto riguarda le transazioni delle puntate di gioco, così veloce che consente al giocatore di fare scommesse e vincere in tempo reale. Lo scommettitore non deve attendere il tempo della giocata e del risultato della stessa, ma ha un payout immediato. La velocità quasi istantanea di Tron fa si che spuntino sempre più dApp di gambling.

Il post pubblicato da Tron spiega alcuni punti che riguardano questo tipo di dApp e la legislazione giapponese in atto: nel Paese giapponese la legge (Criminal Code capitolo 23) vieta le scommesse e il gioco d’azzardo: sono consentite solo alcune tipologie di scommesse come quelle sulle corse dei cavalli e quelle su sport legati ai motori.     

  Capitolo XXIII. Crimini legati al gioco d’azzardo e alle lotterie

  • U. 185. (Gambiing)

Una persona che gioca deve essere punita con una multa non superiore a 500.000 yen o una piccola multa; 

  • U. t.icle 186. (Gioco d’azzardo abituale; Gestire un luogo di gioco per lo scopo del guadagno)

(1). La persona che abitualmente gioca deve essere punita con la reclusione con non più di 3 anni.

(2) Una persona che, a scopo di lucro, gestisce un posto per ga1mbling organizza un gruppo di giocatori abituali deve essere punito con la reclusione con  non meno di 3 mesi ma non più di 5 anni.

Articolo 187. (Lotterie)

Una persona che vende un biglietto della lotteria deve essere punita con non più di 2 anni o una multa non superiore a 1.500.000 yen.

Una persona che agisce da intermediario nella vendita di un biglietto della lotteria deve essere punita con la reclusione con  non più di 1 anno o una multa non superiore a 1.000.000 yen.

Tron, prendendo in considerazione il Capitolo 23 del codice, prova ad anticipare i tempi. La Foundation, si asserisce nel post, rispetterà la legge in vigore, com’è giusto che sia, ma non si limiterà a questo: ha deciso di consigliare agli sviluppatori di dApp di introdurre un filtro IP per gli utenti di quel Paese.

  • Tron ha tutta l’intenzione di rispettare le leggi e la regolamentazione in Giappone, senza alcuna intenzione di propagandare o incentivare forme d gioco d’azzardo vietate
  • Tron non raccomanda e non incoraggia alcuna dApp di gambling nel mercato giapponese., semplicemente spiega come sia possibile crearne una
  • Tron propone agli sviluppatori di dApp in Giappone di non incrementare nessuna dApp di gambling sulla piattaforma.
  • Inoltre suggerisce a coloro i quali abbiano lavorato su app di gambling, di bloccare le utenze con IP giapponese. Chiede per favore di non incoraggiare gli utenti giapponesi ad usare app di gambling visto che la legge vieta questa pratica.
  • Collaborerà pienamente con il governo del Giappone fornendo loro ogni supporto necessario qualora qualche app di Tron violi la legge o le regole del Paese giapponese.

La Fondazione supporterà il governo giapponese tutelando il benessere collettivo e non gli interessi delle app che infrangano il divieto del Giappone, per creare un terreno di confronto nel totale rispetto delle leggi e delle persone.

Senza dubbio la maggior parte delle app che sono in circolazione troveranno davanti a se un grosso ostacolo. Il rovescio della medaglia è che sarà un gran vantaggio per quelle applicazioni che, in qualche modo, potranno essere utili sotto altri aspetti.  Con questa decisione si evita sia di saturare il sistema con dApp che hanno poca utilità sia di salvaguardare i soggetti piu vulnerabili dal rischio di dipendenza.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *